Mi trovo, ormai attraverso casualità, di faccia ad una collaboratrice familiare di “veneranda” periodo, graziosa nel proprio portamento amorevolmente sorpassato. Una donna cosicché ha superato nientedimeno che la ostilità e una breve simpatica esperienza con un agro di sterminio testa rasata.

Mi trovo, ormai attraverso casualità, di faccia ad una collaboratrice familiare di “veneranda” periodo, graziosa nel proprio portamento amorevolmente sorpassato. Una donna cosicché ha superato nientedimeno che la ostilità e una breve simpatica esperienza con un agro di sterminio testa rasata.

E’ polacca, si chiama Wanda Poltawska ed ha una lunga e “onorevole” carriera alle spalle: laureata con rimedio, conseguentemente psicanalista dell’età robusto, all’opera sia nel adatto terra in quanto da noi, a Roma.